Supply Chain Strategica: Una questione di dati?

suplly chain strategica-bifactory

Le problematiche di gestione relative alla catena di approvvigionamento continuano ad affliggere le imprese di tutto il mondo senza escludere nessun settore e dimensione.  Per alcune imprese, sfruttare i dati e gli strumenti offerti dalla data analytics per una supply chain strategica si sta rivelando un modo efficace per affrontare i molteplici rischi lungo le loro catene di approvvigionamento, come: 

  • la riduzione dei cicli di vita dei prodotti  
  • le preferenze dei consumatori in rapido cambiamento  
  • la crescente volatilità e disponibilità delle risorse  
  • La maggiore applicazione delle normative e sanzioni per non conformità 
  • scenari economici mutevoli con la necessità di consolidare in maniera chiara e trasparente il rapporto con i fornitori o cercarne altri.

La tecnologia non può risolvere tutti i problemi della catena di approvvigionamento, ma gli strumenti disponibili nel campo della business intelligence possono aiutare le imprese a prevedere la domanda del prodotto in modo più efficace. Questo consente di adeguare le operazioni di produzione e spedizione per una supply chain strategica. Vediamo alcune testimonianze dirette e quali strumenti possiamo utilizzare per prevenzione che chiameremo con un’espressione anglosassone, supply chain risk.


Supply Chain strategica: Migliorare le relazioni con i fornitori 

Il caso internazionale di Optimas Solutions è un esempio concreto di come l’analisi dei dati sia determinante nella definizione di una supply chain strategica. Produttore e distributore di elementi di fissaggio, sta utilizzando l’analisi dei dati per migliorare le operazioni e le relazioni con i suoi fornitori e clienti.
Optimas utilizza internamente l’analisi dei dati per una serie di funzioni, inclusa l’acquisizione di materiale per la produzione, la previsione della produzione e della domanda dei clienti e la gestione del suo inventario.

Tutto ciò ha aiutato Optimas a gestire e ridurre i costi complessivi consentendole di prendere decisioni più intelligenti, “rendendo le nostre catene di approvvigionamento più efficienti e migliorando la gestione complessiva della liquidità”,  afferma Mark Korba, vicepresidente della supply chain e della business intelligence dell’azienda. 

Una chiave del successo è la capacità di tutti gli strumenti della catena di approvvigionamento di lavorare insieme, senza interruzioni. I risultati sono tangibili: gestire al meglio costi, così come la domanda, inventario, produzione e fornitori. Ad esempio, “l’utilizzo di indici di prezzo per materiali come acciaio e imballaggio o i costi di manodopera e trasporto è utile per determinare quando gli aumenti di prezzo sono necessari”, afferma Korba.  

Infine, un migliore accesso alle informazioni, all’interno o all’esterno dell’organizzazione, orienta in maniera decisiva tutte le operazioni di business. 


Supply Chain Strategica e Forecasting Aziendale con Acterys 

Un altro vantaggio offerto dalla data analytics è poter effettuare le operazioni di planning, budget e forecasting aziendale in modo fluido e veloce e su un unico ecosistema analitico, grazie a strumenti Microsoft-oriented, come Acterys, una piattaforma modulare, integrata e modificabile con una user experience di alto livello per tutti i requisiti di Corporate Performance Management (CPM) e Financial Planning & Analytics (FP&A) integrata Microsoft Azure, Power BI ed Excel 

Attraverso l’interfaccia utente di PowerBI, Acterys consente di formulare di scenario, in maniera tale da visualizzare i rischi legati alla tua supply chain in maniera tempestiva e con elevata predittività. Ogni dato sulla piattaforma di Acterys è commentabile e ha un suo report storico. 

Acterys aiuta a ottenere visibilità della performance aziendale in tutta l’organizzazione, anche in luoghi che non potremmo mai immaginare, come una migliore precisione del ciclo di conversione del budget, a classificare la reattività dei fornitori, l’analisi dei tempi di esecuzione delle attività. 

Nel complesso, le problematiche della catena di approvvigionamento gestiti e risolti da tutti gli strumenti di business intelligence migliorano l’efficienza, l’accuratezza della gestione dell’inventario dei clienti, le relazioni con i fornitori, i risparmi sui costi e la capacità di prevedere in modo più accurato e rapido. 

In sintesi, le informazioni e kpi possono risolvere questioni finanziarie come il flusso di cassa e i prezzi dal lato dell’offerta e della domanda. È importante quindi capire quali sistemi o servizi esterni possono aiutarti a raccogliere e analizzare i dati di cui hai bisogno, in modo che possano diventare informazioni decisionali. 

Condividi su: